Economia dell’abbondanza, un esempio

Questo è un esempio di come l’intelligenza trova sempre una soluzione ai problemi anche apparentemente insolubili:

http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/12_aprile_06/cacao-uova-pasqua-caruso_6f38b3f8-7fe9-11e1-8090-7ef417050996.shtml

In sintesi, nell’articolo si dice che la ricerca scientifica ha consentito di creare nuove specie di piante di cacao, non OGM ma tratte dalla selezione, procedimento peraltro noto da millenni all’umanità, che sono molto resistenti ai parassiti e consentono di moltiplicare la produzione per ettaro, da circa 500 kg fino a diverse tonnellate. La conseguenza è che la produzione diventa di nuovo conveniente per i contadini che, invece, a causa della scarsità dei raccolti, hanno espiantato il cacao dai terreni, e consente di moltiplicare la produzione utilizzando aree molto più piccole. Il problema era, appunto, che la produzione del cacao era notevolmente diminuita con un forte incremento del prezzo e con notevoli rischi ambientali. La ricerca prosegue per ottenere piante sempre più resistenti e produttive, cosa che potrebbe essere applicata ad ogni altra produzione agricola e senza l’utilizzo delle modificazioni genetiche né dei semi artificiali. Il tipo di selezione operato è accelerato dalle tecniche di laboratorio che però non incidono sulla naturalità del risultato.

Insomma, basta usare l’intelligenza per avere un mondo migliore….

Annunci

Un pensiero su “Economia dell’abbondanza, un esempio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...